Sinonimi: ricercatore spirituale, iniziato, lavoratore su di sé, illuminato, discepollo ecc.

Superlativi: Maestro, Illuminato, Guru, Guida spirituale, Risvegliato, Divulgatore, Scemano ecc.



  • “Lei è un credino, s'informi.”

7 ottobre 2018

Robert Burton: la Flatulenza dell'Oracolo.



Il conto alla rovescia è cominciato!

Robert E. Burton, leader-guru della setta Fellowship of Friends, ha previsto (Per l'ennesima volta) che il prossimo 21 Ottobre in seguito ad un cataclismico terremoto l'oceano si solleverà di 200-300 metri, (O è la terra che s'inabisserà...?) sommergendo gran parte della California... L'enorme massa d'acqua travolgerà intere città e milioni di persone periranno... Eccetto la piccola confraternita di Oregon House (Dove risiede il vecchio visionario) che invece verrà risparmiata.
Il leader ha ordinato la chiusura dei centri FoF disseminati in tutto il mondo per un mese e ha chiesto di confluire verso 'Apollo' - il quartier generale situato, appunto, a Oregon House, California.
(Ma se la California deve sprofondare nell'oceano, non sarebbe meglio che i seguaci del resto del mondo se ne stessero più sicuri a casa loro? Ovviamente sì, ma il flusso di sudditi significa anche flusso di dollari!)
I residenti di 'Apollo' devono prepararsi a restare isolati dal resto del mondo e rimanere senza elettricità per almeno 2 settimane. (2 settimane? Un disastro e una devastazione di quella portata e in 2 settimane tornerebbe l'elettricità? L'ingenuità del credino fa così tenerezza...) I membri della FoF dovranno stivare cibo e acqua necessari a sopravvivere autonomamente per quel lasso di tempo. Dovranno affrontare le conseguenze di tale calamità e assistere al terribile spettacolo di milioni di cadaveri portati dalle onde sul nuovo litorale di Oregon House. (Chissà se lo tsunami farà il giro del mondo e arriverà pure fino alle spiagge di Fregene...)

SI SALVI CHI PUÒ!

Ma chi è che può?

Evidentemente solo i membri della premiata setta umanitaria, e che ovviamente non hanno spifferato nulla di tale profezia per continuare ad essere dei buoni vicini. (Sarà per la vergogna? O è solo perché il ricordo di sé non gli permette di ricordarsi degli altri?) Pare che sulla bacheca dell'ufficio postale locale sia stata affissa una lettera anonima che parla della profezia del nostro oracolo e questo fatto, Mastro Burton, non l'ha apprezzato proprio per niente... 

"Ai non-membri non interessa questa profezia." Ha detto. (E vorrei vedere...) "Solo al 'maestro' spetta il compito di divulgare tali predizioni, e a nessun altro. Noi non ci mischiamo con i cittadini inconsapevoli di Oregon House. Nell'intero universo, gli unici due luoghi dove si trova la consapevolezza sono il paradiso e Apollo. Noi NON siamo sulla stessa barca, noi stiamo con gli angeli e gli esseri consci." 
(Fin che la barca va...)

Questo è quanto esalò l'oracolo nel Giugno del 1979:
"Ho sbagliato solo di tre giorni la data della mia cristallizzazione*, che è abbastanza preciso se pensiamo ad un periodo di dieci anni. Quindi considero la predizione accurata. Se ci sarà una grande depressione nel 1984, se la California cadrà nel 1998, se la fine del mondo avverrà nel 2006, allora vorrà dire che avevo ragione. Tutto questo sta a significare che ho ragione riguardo a tutto il resto delle informazioni di cui ho parlato fin qui. A dir la verità, la maggior parte di ciò di cui parlo sono fatti."

(*) Evento nel quale, secondo lui, sarebbe diventato 'consapevole'.

(Purtroppo, siccome non è accaduto nessuno degli eventi da lui previsti, per sua stessa logica tutto sta a significare che R.B. ha torto marcio riguardo a tutte le informazioni di cui ha parlato fin qui e, a dir la verità, la maggior parte di ciò di cui parla non sono altro che delle gran baggianate. Degno di nota il classico processo logico che è proprio di ogni credino che si rispetti: "Se in futuro succederà qualcosa di improbabile, vuol dire che ciò di cui parlo ora sono fatti..." Fantastico! Ma ancora più fantastico il fatto che quando il futuro non si traduce in presente le baggianate, comunque, rimangono fatti.)



All'interno della proprietà della setta si stanno ultimando i lavori per espandere l'orto della "comunità", per allevare polli, maiali e pecore che alla fine serviranno esclusivamente al mantenimento dell'avido Guru e dei suoi cari e intimi cicisbei. (Ognun per sé e tutti per Dio!)

Inoltre Burton ha suggerito ai suoi sudditi di armarsi nell'eventualità di un attacco post-apocalittico contro la Fellowship of Friends. Un evento catastrofico di quelle proporzioni porterebbe sicuramente instabilità e disordini nella regione, e la Fellowship of Friends dovrà difendere il suo "patrimonio" ad ogni costo dalle orde di barbari ignoranti, infedeli, indigeni del luogo. (Che verranno a rubare il cibo e a violentare le donne.)

Guardie armate si schiereranno lungo il perimetro dell'area di proprietà della FoF, formando più linee di difesa attorno al vecchio guru. (E se dovesse capitare di dover sacrificare la propria vita per quella del loro delirante maestro, al più fortunato sarà sicuramente dedicata una bella placca commemorativa.)
Robertino Burton è così ossessionato da questo "evento" (e dell'armamento dei fedeli per questa "fine del mondo") che ne parla ininterrottamente, tanto da smobilitare i membri più cauti della FoF a correre ai ripari per rimuovere le registrazioni dei suoi rantoli dai siti dell'associazione. (Se i membri hanno accesso a questi deliri, così anche il "Grande Fratello".)

'Sta gente adora le profezie... È un modo di credersi più vicini alla divinità, di far parte del ristretto circolo olimpico, di potersi sedere alla loro tavola per poter bere dalla coppa del destino e distribuire la conseguente saggezza come pioggia dorata sui propri sudditi.
(È straordinario vedere i membri più anziani credere ancora a queste flatulente profezie dopo l'avvenuto fallimento di dozzine di altre prime di questa.)

Mentre tutta la Fellowship of Friends è intenta a prepararsi per il disastro di Ottobre giocando con le radioline e ammassando acqua, cibo, carta igienica, e armi da fuoco, il buon Burton continua nella sua frenetica corsa agli acquisti, perseverando nel suo shopping compulsivo di caminetti, statue e lampadari.


Il conto alla rovescia continua inesorabile.
Fra circa una settimana sapremo quale sarà il destino della California e di milioni di persone.
Nel frattempo non resta che prepararci, incrociando le dita e toccandoci... Ferro.





10 commenti:

  1. Questo tra i profeti dell'apocalisse mi mancava ancora.

    RispondiElimina
  2. Buongiorno Smoderatore, ti ho scritto anche su Twitter, questo sito mi sta appassionando e te ne sono grata, avevo bisogno di ridimensionare la mia attitudine al credinismo :-)...sarei curiosa riguardo alla tua identità, ma percepisco che preferisci non svelarla...c'è almeno qualche dato che puoi darci? Un saluto e continua così, mi raccomando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucia e benvenuta.

      Twitter non è il mio forte, è troppo esigente. Se va bene lo curo forse tre, quattro volte l'anno.

      Cosa dire di me...
      Sono Sagittario, sono alto normale e di scarpe porto il 43. Il mio colore preferito è il Lapis Lazuli. Amo i tramonti, non sopporto il sassofono e se potessi, passerei tutto il giorno sul tram a meditare.

      Dai, non me ne volere...

      Magari potresti tu dire di più sulla tua "attitudine al credinismo".

      Grazie a te della visita.

      Elimina
    2. Ma dai caro Smoderatore.. �� tu che stai tutto il giorno sul tram a meditare ahahaha! Non ci credo nemmeno se ti vedo sopra! �� Mi hai trascurato sai, non mi più scritto niente in privato, cioè non mi hai più risposto! Smoderatore Birichino, vuole liberarsi di Attila! Eh no, adesso vogliamo sapere la tua data di nascita per farti gli Auguri, ecco! Un caro saluto dal re fasullo degli unni (lì non sono ancora ricercato) ��

      Elimina
  3. insomma questo cataclisma nada?

    RispondiElimina
  4. Sono stato in una setta, tra l'altro il maestro che si fa chiamare Mister C veniva proprio dalla Fellowship. L'atteggiamento che ricordo non è ne più, ne meno, lo stesso di molti ambienti di lavoro (ordinario).cioè il Mobbing subdolo, sopratutto se non ti attenevi alle regole. Ma, più che attenersi alle regole della setta ( si diceva servissero per ricordarsi di sè) era importante il MODO in cui ti attenevi. se questo non avveniva o offrivi resistenza, venivi lentamente cannibbalizzato da tutti.

    Per intenderci, il capo branco doveva percepire la tua sottomissione emotiva. Quindi accorgersi di quanto potessi indebolirti di fronte a lui. Ovvio che, se poi, questo subire veniva infarcito come il giusto atteggiamento per ricordarti di te, allora non ti accorgevi nemmeno che ti stava entrando un joystick al culo e che ti avrebbe manovrato per il resto dei tuoi giorni.

    Sentivo spesso la guida (infatti guidava lui il tuo pensare) dire: qui potete andarvene quando volete. Sapendo che una volta entrato quel Joistyck era difficilissimo farlo uscirne, se non con degli interiori dubbi dolorosissimi è di difficile risoluzione (anale). Nello stesso tempo questo invitarti continuamente ad andartene scremava quelle persone un filino piu lucide che sarebbe diventati dei problemi futuri da quelli sublimati è sottomessi.

    Non esistevano piu interessi diversificati. Tutti imitavano quello che faceva il maestro, tutti bevevano, mangiavano e ascoltavano le stesse cose. Sguardi stralunati, super impostati sopratutto una gran voglia di sentirsi superiori. Qualcuno che ricordo in cuor suo era più semplice, probabilmente cercava un metodo, un modo per contenere una esistenza insopportabile, altri erano degli arroganti che coglievano ogni possibile istante per farti sentire inferiore.

    Questi sistemi, queste scuole, queste tecniche di risveglio (dove andavo io si definivano un istituto tecnico per il risveglio) sono il non plus-ultra per persone patologicamente narcisistiche, che hanno una ferita interiore incolmabile e che puntualmente devono anestetizzare dominando emotivamente o se stessi o gli altri. maniaci del controllo e sopratutto illusi di poter sottomettere (é cosi anche se usano termini di non idenficazione) le proprie emozioni, anche quelle piu viscerali.

    Persone cosi le trovi un po ovunque, ma nelle sette c'è qualcosa di profondamente più altezzoso. la vita eterna, il risveglio, l'illuminazione ecc ecc... ma sotto sotto la benzina preferita rimangono sempre i soldi. Ad oggi non mi stupisco se molti psicopatici o codipendenti finiscano da Burton, probabilmente per rivivere e ricercare quella ferita psicologica, quel dolore.

    Probabilmente queste previsioni catastrofiche hanno l'effetto di indebolire, spaventare tutti gli adepti, generando un controllo piu stretto e quando l'evento sarà passato si diranno che ha fatto tutto questo per generare uno stato di autoricordo di massa, che genera una memoria che by-passa l'eterno ricorrere. E' qui l'adepto rimane incul(c)ato (in entrambi i sensi) perchè nell'idiozia , nella follia, egli penserà che è un qualcosa voluto per lui.

    Ma ripeto non è ne piu ne meno quello che succede in molti ambienti di lavoro patologici.

    Se il lavoro su di sè avesse un senso, quel senso sta nel rendere le persone più libere da se stesse, da schemi coattivi. Ma quando le persone si ritrovano in un gruppo a hackerare la propria mente, a schifare gli altri perche meccanici, ordinari, ritrovandosi a vivere in ambienti che alimentano questo desiderio, fino a passarci tutta la vita, bhè cosa c'è di libero in questo?
    continuando a leggere libri di persone morte, ri-costruendo modi di pensare, di vivere di queste persone , come se conoscessimo quello che hanno provato e come lo hanno provato, pensando di rivivere la stessa via, la stessa strada. quanta arroganza! come se sapessimo i disagi, le paure i tormenti di gente vissuta in epoche diverse , in ambienti diversi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao U. ben ritrovato.
      Sono d'accordo e condivido quanto hai scritto.

      (Ci sono tante persone che te lo vogliono mettere nel... MODO.
      C'è chi abusa e chi subisce, e spesso, ahimé, non sembra esserci scelta.)


      Sì, Persone così le trovi un po' ovunque e nelle sette, sotto sotto, i carburanti preferiti rimangono sempre i soldi, il sesso e forse la più forte e efficace di tutte: il potere.

      Ricordo tanti anni fa un amico che mi parlò di un certo Claudio (mi sembra che il cognome cominciasse con la 'A') che aveva lasciato la F.o.F. credendosi risvegliato. Non so se se ne andò lui o venne allontanato dall'unico gallo del pollaio. Chissà se è lui.
      Ce ne sono tanti con velleità di fare i maestrini e sbarcare il lunario vendendo le panzane ai credini.

      Elimina
    2. Esatto parliamo proprio di lui. Ma è anche inutile dargli nome e cognome, non è neanche famoso como Osho, neanche come Brizzi, anche se fa sembrare questa cosa come se fosse una sua rinuncia, come se volesse comunicare agli membri credini che ha tutto il potenziale per diventare un maestro di fama mondiale ma non è il suo scopo.

      Elimina
  5. Chist manc e nummer al lotto azzecca

    RispondiElimina

PER FAVORE NON POSTATE COME "ANONIMO", TROVATEVI UN 'NICK' (UNO SOLO) E NON FIRMATEVI COL NOME DI UN ALTRO UTENTE.

I COMMENTI CONTENENTI INFANTILI OSCENITÀ E COMMENT SPAMMING VERRANNO ELIMINATI.

LA MODERAZIONE VERRÀ ATTIVATA SOLTANTO PER EVITARE CHE I SOPRAELENCATI COMMENTI INONDINO IL BLOG.

GRAZIE