Sinonimi: ricercatore spirituale, iniziato, lavoratore su di sé, illuminato, discepollo ecc.

Superlativi: Maestro, Illuminato, Guru, Guida spirituale, Risvegliato, Divulgatore, Scemano ecc.



  • “Lei è un credino, s'informi.”

29 aprile 2018

Il Maestro MRA svela il mistero.


Dietro segnalazione di un operoso utente, siamo venuti a conoscenza di clamorosi sviluppi riguardo all'identità dello 'Smoderatore' o, come rivelato da Mr. Ammonio (MRA) in persona, forse è meglio dire: dei '4 Smoderatori' di questo disgraziato sito. Infatti sul suo blog il Maestro MRA spiega chi sono i loschi moschettieri che si celano dietro lo scellerato pseudonimo.


Ahimé... Purtroppo non si può far finta di non sentire quest'altro maleodorante 'Vento dello Spirito' mollato da Mr. A. Questo tipo di attività flatulenta rappresenta l'ennesimo inconfutabile esempio del suo totale inconsapevole oblio. Questa specie di sonore esalazioni sono la prova dell'assoluta arroganza e insensatezza di questi divulgatori da circo spirituale. Questi deliranti individui non si stancheranno mai di dimostrare che nell'arte della credina scempiaggine sono indubbiamente dei veri "Maestri".



Come dice giustamente il nostro lapalissiano beniamino: "È impossibile impedire ad un ladro di appropriarsi di queste fonti che io ho messo LIBERE." (Eh?)

Non ci è ancora dato sapere chi di questi facinorosi rivoluzionari 4 "maghetti", nonché ex-discepoli di Mr. Ammonio, sia l'autore di questo articolo, ma è assolutamente evidente che sia stato uno di loro. Questi schiavi della Loggia Nera, portatori sani di energie pesanti sono stati avvertiti: "Non sfuggirete alla Giustizia divina e umana". 

Sfortunatamente le preghiere di Mr. Magò non sono ancora state ascoltate: di pagina se ne è creata un'altra e nessuno è stato diversamente tirato da nessuna parte.


13 febbraio 2018

A chi bussa non sarà aperto.


Emanuele Severino: "Se siamo nella non verità, alla verità non potremo mai arrivare. Ecco, Platone nel Menone parla in questi termini. Ma la figura fondamentale del discorso platonico è rappresentata dalla caverna: l'uomo che esce dalla caverna e guarda la conoscenza, guarda il sole. Platone parla di anabasis eis to elion, ovvero un processo che sale verso il sole. Se si immagina un percorso che importa l’andare da dove siamo alla conoscenza della verità, laggiù, fuori da noi, lontano da noi, allora il cammino che dobbiamo coprire è nella non verità. Se, d’altra parte, dalla non verità dobbiamo arrivare alla verità il percorso sarà impossibile. Un passo evangelico recita: a chi bussa sarà aperto. A chi bussa alla casa della verità sarà aperto. Ma chi bussa sta fuori dalla casa e dunque nella non verità. Si tratta di rovesciare quel motto e dire: a chi bussa non sarà aperto perché sta bussando in nome della non verità. Se c'è verità è perché noi ci siamo originariamente dentro, non perché usiamo delle scale, dei cammini, dei sentieri, che, in quanto percorsi al di fuori della verità, non ci portano assolutamente a destinazione. Prendendo spunto dal Menone platonico dobbiamo concludere che non esiste un raggiungimento della verità, perché, se così fosse, non sarebbe mai raggiunta. Il terreno su cui cammineremmo sarebbe malato, in quanto della non verità. Se la verità dimora dentro la casa e l’uomo deve raggiungerla, non la raggiungerebbe in quanto il terreno è malato.    

O si è originariamente nella verità senza bisogno di scale, oppure alla verità non si arriva."

18 dicembre 2017

Marco Cosmo: Er Dharma De' Noantri


Dopo mesi di silenzio Marco Cosmo, aka Marco Alonzo, si è rifatto vivo come meglio ha potuto. 
A conferma della sua assoluta mancanza di senso dell'umorismo e integrità (E del suo ego pantagruelico) Marco Cosmo ha fatto i capricci e ha fatto cancellare il video "Marco Cosmo: Er Dharma De' Noantri" da YouTube.
Fra tutti gli scemani, guretti e pseudo-maestrini del panorama spirituale nostrano con cui finora abbiamo avuto a che fare su questo blog, Marco Alonzo (Er Mahatma) è forse il più fantoccio, rosicone, arrogante, rabbioso, immaturo e falso.


Il video in questione ve lo potete comunque gustare qui sotto. 












1 novembre 2017

Amma: la Santa degli Abbracci.

Mata Amritanandamayi Devi detta Amma ("mamma") è l'ennesimo esempio di "tradizionale" guru indiano.


Da una parte l'immagine pubblica: l'amore, la devozione, i seguaci "eccellenti", gli incredibili abbracci guaritori, gli aiuti umanitari.
Dall'altra, come sempre, il rovescio della vestaglia, gli scheletri dietro l'altare.
In 25 anni di carriera si è stimato che M-Amma abbia abbracciato circa 34 milioni di persone. 
(Abbracciare completi soconosciuti quando si è sobri è cosa abbastanza inquietante e assolutamente da evitare...)

Amma ha seguaci in tutto il mondo e si è costruita un impero, con un patrimonio che ammonta a circa 250 milioni di euro. Amma è considerata una Dea dai suoi fedeli e così è scritto sulla sua bibliografia, e sia lei che la sua organizzazione, la Mata Amritanandamayi Math (MAM) sanno benissimo che è questo che tiene legata e attrae la gente. (E le loro donazioni... Ma lei rimane umile, e fa finta di niente, considerandosi una donna qualunque, una donna "della gente".) 
Amma, così come tanti altri guru come lei, promuovono innanzitutto la resa, l'abbandono. L'abbandono del proprio 'sé' personale per gli Dei. (O per Lei).
Amma è famosa per il suo cantare devozionale: una ninnananna, una melodia cullante, ripetitiva con un potente effetto anestetizzante.

"Se fossi la brezza, cosa farei?
Oh Amma, ti seguirei ovunque.
Se fossi la terra, cosa farei?
Oh Amma, gioirei a sostenere i tuoi piedi.
[...]" 
(E così via per l'eternità...) 



Gli abbracci di Amma sono il suo modo di donare il Darshan, "la visione del divino", cosa che fa costantemente e instancabilmente. 
I suoi abbracci, le sue reliquie, la sua acquasanta, il suo cibosanto, sono veicoli per infondere la sua personale energia (il suo marchio), nei corpi e nelle menti dei suoi ammiratori, dei suoi devoti e dei suoi ignari ospiti.
Questo 'abbandono' sancisce istantaneamente la resa, la sudditanza a entità astrali, agli Dei. (Che operano ovviamente attraverso di lei e si cibano della psiche, dell'anima, dello spirito, insomma... della credinaggine umana.) 
Il trasferimento dell'energia della M-Amma aiuta i devoti a sincronizzarsi con lei e unire il loro spirito con lo spirito divino. (Persone come Amma sono gli insaziabili tentacoli di entità astrali che si cibano di adorazione e sofferenza. In altre parole lei aiuta a mescolare i loro cervelli in pappa, per essere mangiati, digeriti e di conseguenza "liberati". Una sorta di cannibalismo spirituale a fin di bene... Il suo!)




5 ottobre 2017

Medito Morto.

Questo è un aggiornamento del post 
pubblicato nel Giugno del 2014.

Tanto per fare una breve introduzione, Shri Ashutosh Maharaj, fondatore della setta Divya Jyoti Jagriti Sansthan (DJJS) ovvero "Missione della Divina Luce del Risveglio" è morto per un attacco cardiaco nel Gennaio del 2014.
Ciò nonostante, i suoi seguaci insistono che lui stia soltanto meditando profondamente, e che un giorno ritornerà alla vita.
I fedeli della DJJS hanno mantenuto il suo corpo in un grosso congelatore nel suo immenso Ashram nel Punjab. 



Ubicazione approssimativa del guru.
"Ashutosh Maharaj è in uno stato di Nirvikalpa Samadhi, o profonda meditazione" dicono i suoi seguaci "per servire la causa di porre fine al terrorismo globale e il surriscaldamento climatico". (Come possano due tali mali moderni essere sconfitti da un freezer rimane un mistero... Ma si sa, le faccende spirituali non possono essere comprese da un pivello profano qualsiasi che non ha ottenuto né "Brahm Gyan", la divina conoscenza, né "Divya Jivoti", la luce eterna.)
Nella sua "camera" è stato installato un sistema di raffreddamento per raggiungere le temperature sotto zero tipiche dei monti dell'Himalaya, ovvero il luogo di conforto di guru e yogi tradizionali. Soltanto i dottori sono ammessi nella stanza dove 36 swamijis stanno tutto il giorno a fare rituali di preghiera. Il portavoce del guru, Swami Vishaland, ha detto che il corpo di Ashotush Maharaj non si è decomposto per una settimana intera, prima di essere posto in un congelatore. Sebbene l'imbalsamazione fosse una delle opzioni prese in considerazione, il DJJS ha deciso di non procedere in quella direzione dopo che qualcuno li ha avvertiti che in tal modo il guru avrebbe avuto minori probabilità di recupero.

Ashutosh Maharaj istituì la sua setta nel 1983 a Jalandhar, nel Punjab, per promuovere il risveglio di sé e la pace globale. Negli anni ha attratto milioni di seguaci da tutto il mondo e ammassato possedimenti e propietà per un stima di 120 milioni di dollari in India, Usa, Sud America, Australia, Medio Oriente e Europa. 
L'Ashram, che si estende su una superficie di 50 ettari e dove "riposa" il guru sotto sorveglianza armata, è solo un esempio del vasto patrimonio finanziario.

Poco dopo la sua morte, il portavoce del guru, Swami Vishalanand, disse alla BBC: "Non è morto. La scienza medica non comprende cose come la scienza yogica. Noi aspettiamo e staremo a vedere. Siamo convinti che tornerà." (E dal suo grezzo meditativo bozzolo... Una bellissima farfalla!)

PER FAVORE NON POSTATE COME "ANONIMO", TROVATEVI UN 'NICK' (UNO SOLO) E NON FIRMATEVI COL NOME DI UN ALTRO UTENTE.

I COMMENTI CONTENENTI INFANTILI OSCENITÀ E COMMENT SPAMMING VERRANNO ELIMINATI.

LA MODERAZIONE VERRÀ ATTIVATA SOLTANTO PER EVITARE CHE I SOPRAELENCATI COMMENTI INONDINO IL BLOG.

GRAZIE